A CUCCHIAIO O DI SCHIENA, LA SALUTE DI COPPIA A LETTO

Buone notizie per chi dorme con la schiena rivolta a quella del compagno, senza toccarlo. La posizione della libertà è infatti una delle più comuni fra le coppie, scelta con regolarità dal 27% di quelle coinvolte in un nuovo studio britannico, firmato dalla psicologa delle coppie Corrine Sweet, e diffuso in vista di San Valentino. Non solo: secondo l’esperta questa posizione notturna non tattile svela «che la coppia è legata e sicura». La studiosa è infatti convinta che le posizioni del sonno siano una spia dello stato di salute di una relazione.

SPIA DI ROMANTICISMO

Secondo Sweet, anche dormire schiena contro schiena a contatto con il partner (lo fa il 23% delle coppie) è spesso spia di romanticismo. Questa posizione, detta delle carezze, «significa che entrambi sono rilassati e a loro agio l’uno con l’altro. Una scelta comune soprattutto nelle relazioni appena nate». Il cucchiaio, invece - in cui i due dormono accoccolati, schiena contro pancia e abbracciati - è adottato solo da un una coppia su cinque: «È una posizione tradizionale e dimostra una dinamica in cui uno dei due componenti della coppia ha un atteggiamento protettivo nei confronti dell’altro». C’è poi il nodo dell’amore, in cui i due sono faccia a faccia, con gambe e braccia annodate per almeno dieci minuti prima di separarsi e addormentarsi: è adottato solo dall'8% delle coppie. Forse anche perché è una posizione complessa, spia di una relazione forte, «un compromesso fra intimità e indipendenza».

IL SUPEREROE A LETTO

La posizione del supereroe, con un partner sdraiato a stella marina nel letto, a pancia in giù, spingendo l’altro in un angolo, è scelta solo dal 3% dello coppie, e non sembra proprio l'ideale. Per l'esperta è il segno «che uno domina e l'altro subisce, e ha assunto un ruolo secondario». Anche in camera da letto. Con la posizione romantica, in cui un partner dorme con la testa sul petto dell’altro, agganciandolo con un braccio e una gamba (4% coppie), si mostra un «amore vibrante, appassionato o ritrovato». Mentre le chiacchiere da cuscino, con i due faccia a faccia e speculari, mentre i loro corpi non si toccano (3% coppie), rivelano «un bisogno di intimità e comunicazione».

Infine la posizione degli amanti - che dormono faccia a faccia e abbracciati, con le gambe intrecciate tutta la notte - svela romanticismo e intimità, ma anche una mancanza di indipendenza dall’altro. Secondo Sweet, scegliere una certa autonomia in camera da letto non è negativo per la relazione. In molti casi, infatti, lo si fa per non disturbare o svegliare il partner. Un segno di attenzione per il suo riposo