EXPO SALUS, MEDICINA SCIENTIFICA TRA LE STARTUP: PRESENTATI I PROGETTI

Dalla qualità al benessere: comunicare e garantire una sanità di successo. Con questo slogan, Medicina Scientifica ha presentato ad Expo Salus (Fiera di Roma, http://www.exposalus.com) i suoi progetti a sostegno dei pazienti. La startup è stata ospitata da Lazio Innova, società di promozione e sviluppo economico della Regione Lazio.

Medicina Scientifica Servizi si propone come una startup che si rivolge alla sanità del settore pubblico e privato. Lo scopo è quello di promuovere servizi che garantiscano qualità e benessere al paziente, e inoltre comunicare gli obiettivi raggiunti per una sanità sempre di più alta qualità. La strategia della startup è quella di individuare i problemi della struttura e della persona, così da proporre le soluzioni più indicate per le questioni generali o personalizzate sulle esigenze del paziente. Infine, a supporto di tutte le operazioni, viene offerta una piattaforma editoriale sul web e cartacea per comunicare i risultati raggiunti, pubblicizzare le novità e garantire nuovi servizi. La startup è stata ospitata alla Fiera di Roma in occasione di Expo Salus and Nutrition dall’8 all’11 novembre 2018, manifestazione dedicata alla salute e al benessere.

Concetti e obiettivi. Accanto alla proposta editoriale di informazione offerta da medicinascientifica.it, vengono presentati una serie di servizi specifici che si possono riassumere così:
• promozione, comunicazione e marketing. Vengono garantiti attraverso Medicina Scientifica Servizi quei contenuti informativi e progetti di consulenza utilizzando professionisti di ogni settore attuando anche riscontri sul conseguimento dell’obiettivo e il miglioramento del brand della struttura che vuole perfezionare il suo standard qualitativo di offerta sanitaria. Una attenzione particolare verrà posta anche all’immagine e alla reputazione della società coinvolgendo i mass media (web, stampa specializzata, televisione, radio, sponsorizzazioni, partecipazione a mostre e spettacoli). Inoltre saranno attuate interviste e somministrati questionari al personale e ai pazienti per una verifica attenta e profonda della company reputation. L’obiettivo è il controllo del miglioramento del marchio, del management, dell’affidabilità dell’offerta medico-chirurgica e dell’efficacia degli standard clinici, comodità dei locali e disponibilità del personale.
• Costruire l’immagine per accreditare la reputazione. Importante è dedicarsi all’immagine aziendale sia per il profilo scientifico che terapeutico, puntando all’eccellenza e all’affidabilità nel settore dell’assistenza. Così è possibile accrescere i criteri di reputation building a tutto tondo, per una immagine aziendale sempre più competitiva nei confronti di altre strutture sanitarie, attraverso profili medici rassicuranti e trattamenti alberghieri dagli standard elevatissimi. L’obiettivo è migliorare l’immagine anche nei confronti degli enti locali, del mercato della sanità privata non convenzionata e della potenziale clientela.
• Le relazioni esterne. L’insieme dei vantaggi conquistati sul fronte economico e della reputazione, va difeso. L’offerta di servizi passa al comparto della comunicazione di impresa più tradizionale come le pubbliche relazioni, le campagne pubblicitarie, le conferenze stampa, i comunicati di precisazione o smentita in momenti di eventuali crisi, le relazioni con i media, l’organizzazione di corsi di formazione professionale o congressi di carattere scientifico. Queste attività possono prevedere una struttura interna all’azienda sanitaria ma anche servizi a chiamata organizzati per l’occasione.
• Servizi di consulenza. Qualsiasi argomento che sia di supporto al paziente ricoverato, diventa un progetto, un’idea e una soluzione per migliorare il benessere durante la degenza.
• Il network della comunicazione. I gruppi sanitari che afferiscono a un unico centro di gestione, possono avere i servizi della comunicazione attraverso un network integrato per la gestione editoriale aziendale ottimizzata per quanto riguarda i contenuti. Inoltre è possibile individuare temi specifici elaborati e selezionati per tutti o uno solo degli strumenti mediatici come il sito web dinamico, dedicato e indicizzato attraverso i più sofisticati strumenti SEO, oppure una rivista cartacea stampata in circa 10 mila copie da consegnare ai pazienti ricoverati e nelle sale d’attesa. Il tutto gestito attraverso una redazione giornalistica integrata con il management della struttura e i professionisti che ci lavorano per pubblicizzare le novità scientifiche della moderna medicina e l’offerta specialistica.

La piattaforma multimediale. medicinascientifica.it è una piattaforma di informazione che si propone di raccogliere attraverso canali giornalistici specializzati i risultati delle ricerche scientifiche nazionali e internazionali in campo medico. Può naturalmente ospitare articoli giornalistici sulle novità locali della sanità privata non convenzionata.

La startup Medicina Scientifica Servizi, propone una serie di soluzioni per migliorare soprattutto la condizione psico-fisica del paziente ricoverato. Il ricorso alle nuove tecnologie e le idee per costruire intorno al malato-persona un percorso di sostegno non sanitario ma di benessere nel suo complesso, fanno della startup un valido sostegno ai manager della sanità, già impegnati nella soluzione delle patologie, per trovare anche le giuste e personalizzate soluzioni alle richieste dei ricoverati.

La piattaforma sul quale si muove l’informazione e la proposta di servizi, è medicinascientifica.it che è entrata ufficialmente on line il 3 febbraio 2016. Nel 2018 i dati, seppur non completamente elaborati, hanno registrato circa 170 mila utenti unici (gennaio-ottobre) mentre le pagine visualizzate sono state oltre mezzo milione con una frequenza di rimbalzo scesa sotto l’1%. Il data base degli articoli è di oltre 1.200 argomenti trattati. La diffusione degli articoli avviene soprattutto attraverso i social media e in particolare su Facebook con un sistema di condivisione mirata dei post. Il sito è curato da uno staff di giovani giornalisti e studenti di medicina per la raccolta delle notizie e l'elaborazione dei testi senza entrare nel merito della ricerca e dei risultati ma lasciando il commento al senso critico di ognuno degli internauti. Lo stesso staff, formato da esperti anche delle dinamiche e politiche sanitarie, elabora progetti da offrire come servizi di supporto alla catena sanitaria. I canali di raccolta delle informazioni sono quelli istituzionali delle università, società scientifiche, congressi e convegni medici, selezionati tra quelli più importanti nel panorama medico nazionale e internazionale. Il sito non si propone come strumento medico ma solo come canale di divulgazione e dibattito.

medicinascientifica.it è uno strumento agile e di facile consultazione per ampliare le conoscenze, lontano dai richiami di dottor google e delle fake news, per diventare un sistema critico di approfondimento, di dibattito e di confronto sui maggiori temi della medicina e della chirurgia. La piattaforma è arricchita da sezioni speciali su particolari temi di interesse sociale e medico con interviste, approfondimenti, contributi multimediali. Il sito viene offerto a un'ampia platea di professionisti (medici, biologi, chimici, farmacisti, terapisti) e cittadini, così da rendere comprensibile e fruibile, con termini semplici ma efficaci, quanto avviene nel mondo scientifico.

MANZELLA: SANITA' SETTORE FONDAMENTALE. “Questa prima edizione di ExpoSalus è un’iniziativa molto importante, che tocca una filiera, quella della salute e del benessere, di grande rilevanza per il Lazio. Siamo una grande regione della Sanità; 80% del bilancio, 600 milioni di euro solo per gli investimenti nel 2018, centri di ricerca e università, policlinici e una rete ospedaliera capillare, imprese multinazionali e Pmi ad alta specializzazione. ExpoSalus è quindi un’occasione per mettere in luce questo mondo, che è servizio pubblico, impresa, ricerca, innovazione e cultura. E persone: sono più di 70mila i lavoratori di questo comparto nel Lazio. E anche per noi è un’occasione per mostrare l’azione della Regione e accendere un faro sulle nostre politiche: nel nostro stand portiamo 9 imprese e 14 startup, organizziamo seminari e incontri, promuoviamo campagne di prevenzione; forniamo informazioni su salute e sanità, come quelle relative all’Ares 118 e alle campagne di prevenzione che stiamo promuovendo. Bene, dunque, questa edizione e spero veramente sia un grande successo. Perché ne beneficerà l’intero comparto della Sanità”.