PER L'INSONNIA C'È IL COACH DEL SONNO CHE AL TELEFONO ALLENA A DORMIRE

Niente farmaci ma consigli al telefono su come dormire bene. Questa novità contro l'insonnia è stata testata con le donne in menopausa ed è diventato uno studio clinico condotto su 100 donne inglesi. Lo studio su un campione di 100 donne in procinto di entrare in menopausa, è stato pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine.

Lo studio è stato condotto da Katherine Guthrie del Fred Hutchinson Cancer Research Center e suggerisce la possibilità di estendere questa terapia telefonica con un coach del sonno anche per l'insonnia non legata alla menopausa. Il plus di questo metodo è che è low-cost e facilmente applicabile su vasta scala, spiega Guthrie, perché il coach del sonno non è un esperto di insonnia e non deve necessariamente essere un medico e uno psicologo. Si tratta semplicemente di una persona addestrata a dare consigli sull'igiene del sonno.

L'insonnia, insieme alle vampate, è il sintomo più di frequente lamentato dalle donne che stanno entrando in menopausa. Gli esperti Usa hanno diviso il campione in due gruppi e metà delle donne hanno avuto la possibilità di parlare al telefono sei volte nell'arco di otto settimane con un coach del sonno che dava loro consigli semplici da attuare come quello di non fare nessuna attività a letto all'infuori del sesso e del dormire. Quindi al bando tablet, cellulari, libri e TV; inoltre di tenere un diario del sonno e svegliarsi al mattino sempre allo stesso orario. L'altra metà delle donne aveva a disposizione un coach telefonico che dava loro consigli su come gestire la menopausa. Dopo le otto settimane di intervento le donne «allenate» dal coach del sonno hanno riferito di avere meno problemi di insonnia e anche di avere meno disagio e impedimenti nella vita quotidiana procurati dalle vampate. Il coach del sonno telefonico potrebbe funzionare contro l'insonnia in generale e rappresentare una via alternativa a quella farmacologica, concludono gli autori.