IN VACANZA SICURI E TRANQUILLI CON IL KIT ESSENZIALE DI PRIMO SOCCORSO

Le ferie sono vicine ed è bene che nei vari preparativi prima della partenza sia previsto anche quello di un kit di primo soccorso per piccoli disturbi, così da non farsi cogliere impreparati una volta lontani da casa, indipendentemente dal fatto che la meta sia il mare, la montagna, un luogo esotico o una città d’arte. Prima, però, un’avvertenza: non dimenticate di mettere in valigia anche eventuali medicinali che vi ha prescritto il medico e che dovete assumere regolarmente (per esempio quelli per il diabete o l’ipertensione), controllando che siano sufficienti per coprire l’intero arco della vostra villeggiatura. Soprattutto all’estero, non sempre si trovano gli stessi prodotti e comunque, se si è sprovvisti di una prescrizione medica valida, anche rimanendo in Italia sarebbe un problema procurarseli in farmacia. Da non dimenticare Ed ecco come dovrà essere composto il vostro il kit con i principali farmaci di automedicazione per fronteggiare con sicurezza disturbi comuni come mal di testa, mal di pancia e di stomaco, febbre, scottature e via dicendo quando si è in vacanza. Ecco una breve ma precisa guida, su come preparare il necessario per non farsi rovinare le vacanze da un banale problema di salute. I consigli sono a cura di Federfarma Roma. La guida è stata pubblicata su FarmaMagazine, rivista distribuito in centomila copie agli utenti delle farmacie di Roma e provincia e sul web sul sito www.farmamagazine.it"

IL KIT DA PREPARARE
❉ Antidolorifici e antinfiammatori per dolori muscolari, mal di testa, dolori mestruali.
❉ Antipiretici per abbassare la febbre.
❉Creme e pomate contro irritazioni della pelle, scottature, eritema solare e punture di insetti (antistaminici e cortisonici a bassa-media potenza, antisettici e anestetici locali).
❉ Disinfettanti per la gola e farmaci contro la tosse.
❉ Farmaci per problemi digestivi e bruciore di stomaco (procinetici e antiacidi).
❉ Farmaci contro nausea e vomito causati da indigestioni, malattie infettive, cinetosi (mal d’auto, mal di mare, mal d’aria).
❉ Lassativi.
❉ Antidiarroici.
❉ Melatonina e altri prodotti contro il jet lag.
❉ Disinfettanti, garze sterili e cerotti in caso di tagli, ferite eccetera.

CINQUE DISTURBI CHE ROVINANO LE VACANZE
❉ Cinetosi (mal d’auto, mal di mare, mal d’aria) I più comuni farmaci di automedicazione contro la cinetosi, presi in genere una mezz’ora prima di mettersi in viaggio (restano attivi per circa 3-6 ore), sono gli antiemetici o antivomito (dimenidrinato), disponibili in pillole ma anche sotto forma di chewing-gum o cerotto cutaneo. Contengono sostanze base che agiscono sul cervello e sono in grado di limitare la risposta agli stimoli del labirinto. Possono però indurre sonnolenza, quindi attenzione se si deve guidare.
❉ Punture d’insetto (api, vespe o calabroni ) e di meduse Dopo una puntura di api, vespe o calabroni, disinfettare con cura la ferita, togliendo l’eventuale pungiglione con una pinzetta sterile, meglio se monouso (mai con le mani per non rischiare di romperlo e di lasciarne una parte nella pelle). Applicare sulla lesione ammoniaca o aceto, in modo da limitare il dolore, ridurre il prurito e rallentare l’effetto dei veleni. Infine, spalmare sulla parte creme a base di antistaminici (desclorfeniramina, difenidramina, dimetindene, isotipendile, prometazina, oxatomide, crotamitone), corticosteroidi topici (idrocortisone), antinfiammatori non steroidei per uso topico bendazac, fenilbutazone) o anestetici locali (benzocaina). Tali trattamenti sono utili
anche in caso di contatto con le meduse. Attenzione a lavare la lesione solo con acqua di mare, dopodiché eliminare i residui dei tentacoli.
❉ Ecchimosi, distorsioni e ferite. Per le ecchimosi estese sono utili eparinoidi e sostanze capillaroprotettrici (centella, eparan solfato, escina, oxerutina, troxerutina, glicosaminoglicano
polisolfato, pentosano polifosfato sodico) che contengono principi attivi capaci di proteggere i vasi sanguigni e rendere più veloce il riassorbimento del sangue. Da tenere a portata di
mano anche i Farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) da spalmare sulla pelle (aceclofenac, acido acetilsalicilico,acido flufenamico in associazione, diclofenac, etofenamato, fenilbutazone, naprossene, piroxicam). Per le distorsioni, oltre a ghiaccio e Fans, usare anche ibuprofene e flurbiprofene (disponibili in crema, gel, cerotti medicati) che aiutano ad alleviare il dolore e il gonfiore, combattendo l’infiammazione. Qualsiasi ferita va prima di tutto pulita con attenzione, lavandola con acqua corrente ed eliminando eventuali residui di sporco. La disinfezione va effettuata utilizzando antisettici e disinfettanti non alcolici o acqua ossigenata. Esistono poi diversi medicinali che favoriscono la cicatrizzazione e la rigenerazione della pelle (collagenasi, acido ialuronico, neomicina in associazione, polideribotide). È importante proteggere la ferita con garze sterili e cerotti, ma se continua a sanguinare, recarsi al Pronto soccorso.
❉ Scottature solari ed eritema. Per combattere l’infiammazione, il prurito e il bruciore è possibile utilizzare antipruriginosi ad azione lenitiva come prometazina, benzocaina, lidocaina in
associazione, alcool benzilico, cloro xilenolo e, in caso di eritema solare, difenidramina, dimetindene, isotipendile, desclorfeniramina, fenilbutazone, idrocortisone, oxatomide. Sotto forma
di creme o pomate, riescono a limitare la reazione della pelle anche dopo un’eccessiva esposizione. Quando si resentano le scottature, invece, l’obiettivo primario è quello di ridurre il calore
dove si è subìto l’insulto termico, tramite docce, bagni e impacchi freddi (asciugarsi senza strofinare la pelle). Per alleviare il dolore e detergere la cute, sì ad anestetici locali, antisettici (acido borico, sulfadiazina argentica, acido undecilenico in associazione) e disinfettanti topici. Per favorire la rigenerazione cutanea possono essere impiegati cicatrizzanti ed enzimi proteolitici con azione rigenerativa dell’epidermide (acido ialuronico, anche in associazione con sulfadiazina argentica, catalasi).
❉ Stipsi e diarrea. L’alterazione degli orari determinata dal jet lag e il cambiamento di ambiente e ritmi quotidiani possono bloccare l’intestino anche per qualche giorno. Nei casi più ostinati di stitichezza si può ricorrere ai vari tipi di lassativi: lubrificanti (glicerolo, paraffina, sodio laurilsulfacetato in associazione) che favoriscono il passaggio delle feci; osmotici (idrossido, citrato e carbonato di magnesio, sorbitolo in associazione, macrogol, gomma stercula) che ne aumentano la massa; di contatto (bisacodil, boldo, cascara, lattulosio, lattilolo, semi di piantaggine, senna, sodio picosolfato, sodio fosfato, aloina in associazione) che stimolano il movimento dell’intestino. Il cambio di alimentazione e l’uso di cibi e verdure non lavate o di acqua non in bottiglia sigillata, soprattutto nei Paesi dove le condizioni igieniche sono scarse, possono provocare la cosiddetta “diarrea del viaggiatore”. Una forma acuta del disturbo intestinale per la quale possono essere utili, oltre a microrganismi a base di lievito e di lattobacilli che ripristinano rapidamente
la normale flora batterica, anche antidiarroici inibitori della motilità
intestinale (loperamide) e adsorbenti intestinali (algedrato in associazione).

COME CONSERVARE I FARMACI IN VIAGGIO
❉ Evitare i forti sbalzi di temperatura: non lasciare i farmaci in macchina sotto al sole o nelle stive degli aerei dove, al contrario, si raggiungono temperature molto basse. Meglio portarli nel bagaglio a mano.
❉ Conservare il kit in contenitori adatti, meglio se termici, o comunque in borse rigide per preservarli al meglio.
❉ Non togliere i medicinali dalla confezione originale e metterli sfusi in uno stesso contenitore, onde evitare di confonderli e per avere sempre a portata di mano il foglietto illustrativo.
❉ Fare attenzione all’aspetto dei vari farmaci: se appaiono diversi dal solito consultare il medico.
❉ Conservare i medicinali in luoghi asciutti: l’umidità (come quella, per esempio, di un bagno) può alterare capsule, compresse e cerotti medicati.