BASSA STATURA, TERAPIA ORMONALE CON INIEZIONE SETTIMANALE

Italiani di bassa statura? È sempre meno vero. Soprattutto oggi che sta per arrivare una cura ormonale settimanale, a sostituire l'iniezione quotidiana che comporta problemi di aderenza alla terapia. Se ne è parlato nel corso del XX Congresso nazionale della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP). «È stata prolungata con successo l'emivita del vecchio farmaco - spiega il Presidente SIEDP, Mohamad Maghnie - il cui effetto ora dura sette giorni. E si tratta di un trattamento privo di effetti collaterali, come risulta da uno studio, condotto per 12 mesi, che ha reclutato 53 bambini in alcuni Paesi europei: grazie alla somministrazione effettuata una volta alla settimana, sono cresciuti di 12 centimetri in un anno». Un'altra novità, ma ancora in fase di studio, è rappresentata dalla terapia genica per il nanismo, «finora affrontabile solo con l'intervento chirurgico - aggiunge Maghnie - particolarmente impegnativo e con tempi di riabilitazione molto lunghi. Al contrario - spiega il presidente SIEDP - permetterebbe di raddoppiare la velocità di crescita dei bambini, portandola da 3 a 6 centimetri in soli sei mesi. Non c'è ancora il dato annuale proprio perchè la sperimentazione di fase III, condotta in Francia, Inghilterra e Australia nel 2014, su 26 bambini affetti da nanismo, ha per il momento fornito il dato relativo a sei mesi di trattamento, dimostratosi del resto molto promettente. Si prevede che sia disponibile entro il 2018».

Categoria: